"L'ALTRO" LEGNO MASSICCIO: LE TRAVI USO FIUME E USO TRIESTE

21.06.2011
Scritto da Andrea Zenari
Il 2011 sarà sicuramente l'anno del legno massiccio ad uso strutturale, dopo i grandi sforzi compiuti da Assolegno per la valorizzazione del legno nazionale che ha portato la promozione, tra le altre specie, anche quella del castagno di nato e cresciuto in Italia da semplice pezzo di trave a trave ad uso strutturale. Come ben si sa oramai le Norme Tecniche per le Costruzioni obbligano l'impiego di solo materiale ad uso strutturale qualificato, per il legno massiccio a spigolo vivo la scelta fatta da oltre 160 operatori italiani (segherie e carpentieri) è stata quella della certificazione per la marcatura CE ai sensi della norma armonizzata UNI EN 14081-1 per le travi nelle tipologie USO FIUME e USO TRIESTE questo non è possibile. In realtà non era possibile perché' oggi questa è una certificazione possibile, infatti Assolegno ha creato un gruppo di lavoro ad hoc per la valorizzazione di questa tipologia di travi che nei primi mesi del 2011 dara la possibilità di certificare anche queste travi. Il percorso di valorizzazione e' stato lungo e abbastanza tortuoso, e' nato circa 3 anni fa con la sperimentazione di oltre 400 travi presso l' Istituto di Tecnologia del Legno IVALSA di San Michele all' Adige del Prof. Ario Ceccotti che hanno portato alla definizione dei valori caratteristici. Successivamente il gruppo di lavoro per il legno strutturale dell'UNI a cui fanno parte il Prof. Uzielli, Prof. Togni, Dott. Brunetti, Dott. Luchetti, Ing. Schrentewein e Dott. Zenari, ha provveduto all'elaborazione dei dati ottenuti dai test di laboratorio ed hanno dato la possibilità di definire la classe caratteristica in conformità alla norma EN 338: C24 per le travi Uso Fiume e C18 per le travi Uso Trieste.

Dal gruppo di lavoro UNI ne è nata la norma in vigore dal settembre 2010 UNI 11035-3 dedicata al legno alle travi ad uso strutturale nei formati Uso Fiume e Uso Trieste di cui si porta sotto la tabella con i valori caratteristici.

Fatta la norma per la classificazione era però necessario dare la possibilità ai produttori di queste travi di venderle in conformità alla Direttiva comunitaria per i prodotti da costruzione, la CPD 89/106. Alcuni membri hanno partecipato attivamente ai gruppi europei del CEN TC 124 per richiedere la modifica dell'attuale normativa riferita alle travi a sezione rettangolare ma la risposta e stata che non erla possibile. A seguito di questa sventura ad inizio 2010 si è avviato l'iter per l'ottenimento del benestare tecnico europeo ETA per arrivare alla possibilità' di marcare CE anche le travi Uso Fiume e Uso Trieste. Attualmente la situazione è che il processo sta terminando ed entro la fine di quest'anno 2011 sarà finalmente possibile marcare CE le travi Uso fiume e Uso Trieste.

http://www.lazzarizenari.it/
"L'ALTRO" LEGNO MASSICCIO: LE TRAVI USO FIUME E USO TRIESTE
 
 
 
 Vai alla lista 





© 2018 Rete Uso Fiume ed Uso Trieste  |  Cod. fisc. 94117340219  |  Sitemap  |  Credits produced by Zeppelin Group – Internet Marketing